Il Tiramisù di Treviso ?

In questi ultimi due giorni, i quotidiani - locali e non - hanno divulgato la notizia dell'attribuzione della paternità del famoso Tiramisù alla regione Friuli, con tanto di pubblicazione in Gazzetta ufficiale .

È da circa cinque anni che ci prodighiamo in sforzi, cercando un dialogo con le Autorità comunali, Sindaco in primis, e con la Regione Veneto, nonché con colleghi pasticceri e ristoratori, affinché venga avviato l’iter per riconoscere a Treviso il SUO dolce, ossia il Tiramisù. La comune logica altro non avrebbe suggerito che prodigarsi per difendere questa specialità cittadina, mondialmente conosciuta ed imitata, ma nessuno ha mostrato alcun interesse a tutelare quello che a tutti gli effetti è un patrimonio di Treviso.

A nulla serve stracciarsi le vesti adesso. Se il Sindaco Giovanni Manildo e l’assessore Paolo Camolei avessero risposto alle nostre continue richieste di collaborazione, la prima datata oltre dodici mesi fa, probabilmente non avremmo assistito a questo scippo. Se il saggio Carlo Campeol, inoltre, avesse accettato la nostra mano tesa quando nell’estate del 2013 gli proponemmo di costituire un fronte comune per l’attribuzione della paternità del Tiramisù alla città di Treviso, probabilmente, non saremmo ora costretti a dover rincorre affannosamente un rimedio. Purtroppo Treviso a volte si dimostra una città piccola come gli interessi di qualcuno che non vanno oltre lo spazio di una sala o di una bottega…

Menefreghismo, miopia e inerzia hanno fatto da padrone ed ora bisognerà rincorrere ciò che ci siamo fatti scioccamente sottrarre!

Dal 1865 Pasticceria Nascimben